Natura e Cultura, ecco il binomio che meglio descrive la provincia spezzina. La Natura, con il parco marino delle Cinque Terre, nel suo paesagggio di colline a strapiombo sul mare in cui sono incastonati, come gemme cinque antichissimi e incantevoli borghi, il parco di monte Marcello, dotato di una fitta e sempreverde macchia mediterranea, la valle della Magra e del Vara, i polmoni verdi dell’entroterra, ma anche e, soprattutto, un ricco e vario patrimonio artistico, mostrano come in questo territorio esista un felice connubio tra uomo e ambiente.

La Cultura, con un circuito che parte dal capoluogo, La Spezia, in cui troviamo reperti archeologici, preistorici e romani nel museo civico Ubaldo Formentini, quadri di Tintoretto, Tiziano, Pontormo e miniature trecentesche nel museo Lia, polene di navi ottocentesche e strumenti bellici nel Navale. Un itinerario ideale per il conforto dell'anima che prosegue in provincia: l’antica Luni, Portovenere, Lerici, Sarzana, Levanto, Varese Ligure e i piccoli borghi della Val di Vara sono alcune delle mete, ricche di testimonianze artistiche, indispensabili per immergersi nella storia, cultura e tradizioni spezzine.

Le innumerevoli spiagge, affacciate su uno dei mari più puliti del Mediterraneo e contornate da un ambiente unico e promosso dall'UNESCO al rango "Patrimonio dell'Umanità" sono da secoli una delle mete preferite del turismo balneare. Qui dove soggiornavano i membri della Famiglia Reale e dove continuano a "rifugiarsi" artisti e intellettuali di tutto il mondo ritroverete l'accoglienza unica che solo un paesaggio unico come La Spezia sa dare.